Il capoluogo del Comune più vasto del Casentino è dominato dalla possente mole del castello dei conti Guidi, attualmente sede della Biblioteca Rilliana, ricca di un patrimonio inestimabile di antichi manoscritti e incunaboli. Il centro storico è un armonioso mosaico di pregevoli palazzi signorili, stradine e piazze porticate, belle chiese e grandi e austeri monasteri. Il territorio comunale comprende località di interesse straordinario, fra cui il Sacro Eremo e il Monastero di Camaldoli, casa-madre dell’ordine fondato da San Romualdo agli albori del nuovo millennio, al centro della magnifica foresta omonima.
Badia Prataglia è l’unico vero paese all’interno dei confini del Parco; attualmente importante centro di villeggiatura, sorse attorno all’Abbazia di S. Maria Assunta, forse fondata nel IX secolo. Numerose le altre frazioni notevoli: Moggiona, in passato borgo fortificato a difesa del più agevole accesso a Camaldoli; Strumi, che conserva una pregevole chiesa abbaziale; Lierna, antico nucleo castellano; Campaldino, dove l’11 giugno 1289 si svolse la famosa battaglia a cui partecipò Dante Alighieri, il quale in seguito a questo evento fu costretto all’esilio.

Sito del Comune: http://www.comune.poppi.ar.it/