Importante paese di fondovalle del Casentino, conserva suggestivi scorci del vecchio impianto urbanistico disposto lungo le sponde del torrente Staggia, nei pressi della sua confluenza nell’Arno. Notevoli sono la pieve di S. Maria Assunta, la cui origine romanica è testimoniata dai bellissimi capitelli scolpiti che sostengono le tre navate; il Palagio Fiorentino, al centro di uno splendido parco e sede di esposizioni museali e di convegni, ricostruito ai primi del Novecento sul luogo di un antico castello; la Fabbrica, grande lanificio ottocentesco che ricorda i tempi in cui la fama del “Panno Casentino” si impose anche sui mercati internazionali. Nei dintorni si trovano il Castello di Porciano con la sua imponente torre, il Santuario di S. Maria delle Grazie e il Capo d’Arno, dove il fiume ha origine ai piedi del Monte Falterona; nei pressi, in località Lago degli Idoli, fu rinvenuto, a partire dal 1838, un enorme giacimento di bronzi etruschi.

Sito del Comune: http://www.comune.stia.ar.it/